Una tac in soli 4 secondi ed il 90% in meno di radiazioni: adesso si può fare anche in Italia!

Il termine “tac” è un acronimo, e sta per “tomografia assiale computerizzata”. Con tale termine si indica un esame medico a raggi X utile per la riproduzione dettagliata della varie sezioni del corpo di uno specifico paziente. Tale tomografia ha lo stesso principio della radiografia, ma c’è una differenza molto importante, e cioè che le immagini che vengono ottenute grazie alla tac sono a tre dimensioni. In questo articolo vi parliamo di un’importante innovazione che fa riferimento proprio alla tac, ed è un’innovazione che ha raggiunto anche l’Italia.

La tecnica diagnostica della tac presenta degli svantaggi di non poco conto, come il fatto di doversi sottoporre a delle radiazioni di tipo ionizzante, anche se in dosi minime. Inoltre la durata del procedimento per ottenere la tac è di diversi minuti, ed in tali minuti il paziente si ritrova costretto a stare in una determinata posizione per un periodo di tempo non brevissimo.

Gli svantaggi appena menzionati sembrano ormai destinati a sparire per sempre, grazie al progresso medico-scientifico-tecnologico. E’ nata infatti una nuova straordinaria invenzione, la tac-turbo, che è giunta anche in Italia.

tac

Con la tac-turbo, un’intera scansione del corpo ha la durata inferiore a quella di un battito cardiaco, ed in questo modo inoltre vi è una riduzione pari al 90% dell’assorbimento delle radiazioni. Tutto questo si rivela essere sicuramente un qualcosa degno di nota, per un’invenzione che a ben vedere rappresenta per davvero una innovazione considerevole, e non ci sono dubbi a tale riguardo, in fin dei conti.

Infatti, tale macchinario presenta una velocità della scansione del corpo che di 73,7 centimetri al secondo, e questo significa che, ad esempio, una tac toracica potrà essere effettuata in soli 0.4 secondi. Davvero un passo avanti notevole.

Inoltre c’è da dire che oltre ai tanti vantaggi per la salute (anche l’eventuale assunzione di un mezzo di contrasto utile per la tac viene dimezzata nella quantità) la nuova tac-turbo consente di avere immagini molto più dettagliate, e ciò è utile particolarmente in quegli esami come quelli di tipo cardiologico, perché grazie all’incredibile velocità permette di “congelare” anche il battito del cuore per fare indagini più approfondite.

Questo macchinario della tac-turbo è già a disposione nella struttura clinica del Mater Dei, a Roma. Al momento è l’unica presente sul territorio nazionale, ed ancora tra le poche che risultano essere presenti in tutta l’Europa. La speranza è che trovi presto diffusione un po’ ovunque nel mondo.

CONDIVIDI ANCHE TU QUESTO ARTICOLO, TAGGA I TUOI AMICI E NON DIMENTICARE DI CLICCARE “MI PIACE” IN QUESTA PAGINA!

Loading...