UNA DONNA MALEDUCATA SI RIVOLGE AD UN UOMO CHIAMANDOLO “SPORCO MOTOCICLISTA”… LA SUA RISPOSTA SU FACEBOOK È ESEMPLARE!

Bisognerebbe imparare a non giudicare le persone solamente dal loro aspetto. Si dice che l’abito non fa il monaco, ma poca gente crede a questo detto e spesso giudica al primo sguardo una persona. A volte istinto altre volte pregiudizi, sta di fatto che a volte si giudicano cattive, alcune persone che invece sono meravigliose. Allontanarle oltre a causare un dolore a chi viene giudicato, è un occasione persa per chi lo allontana, perchè da persone esemplari c’è solo da imparare.

 La storia che segue è un esempio di quanto appena detto:

Luc Perrault è un motociclista, un uomo grande e grosso, con la barba e pieno di tatuaggi. Un giorno era in sella alla sua moto quando decise di fare una sosta al ristorante “Tim Horton’s”. Entrò si mise a tavola e ordinò. Accanto a lui c’era una bambina in piedi che aveva catturato la sua attenzione, la bambina sembrava incuriosita dall’omone barbuto e accennò un gesto con la mano per salutarlo. In quel momento la madre della bambina, prese per la mano la figlia, la allontanò e le disse: “Non parliamo con sporchi motociclisti!”

sporco-motociclista

In quel momento Luc si sentì ferito, per questo tornando a casa decise di scrivere questa lettera alla madre della bambina:
“Alla famiglia del SUV rosso incontrata oggi da Tim Horton
Sí, sono un uomo di 130 chili di peso, sono un motociclista e sono pieno di tatuaggi. Faccio il saldatore, sono forte, bevo birra e forse ho l’aria minacciosa quando guardo le persone. Quello che però non sai è che sono laureato, ho una famiglia felice, sono sposato da 11 anni, i miei figli mi chiamano “papi”.
Mia madre è fiera di me e dice a tutti di quanto sia fortunata ad avere un figlio meraviglioso. I miei nipoti sono sempre entusiasti nel vedermi!

2-3

Quando mia figlia si ruppe il braccio, piansi più di lei. Leggo libri, aiuto le persone, do assistenza agli anziani e ho pianto quando ho visto “Armageddon”.
Quindi la prossima volta che sorriderò e saluterò la tua bambina, evita di definirmi “sporco motociclista”, perchè oltre a ferire i miei sentimenti; quello che definisci poco di buono è la prima persona che si butterebbe in una casa in fiamme per salvare tua figlia.”

3-3

Mai giudicare un libro dalla copertina… ricordatevi di leggere sempre tutto il libro. Non fermatevi al primo sguardo andate oltre.

 

CONDIVIDI ANCHE TU QUESTO ARTICOLO, TAGGA I TUOI AMICI E NON DIMENTICARE DI CLICCARE “MI PIACE” IN QUESTA PAGINA!

Loading...