Se pensi spesso ad una persona cara che hai perso, allora leggi questo: tornerai a sentirla…

Se spesso pensi ad una persona cara, che non c’è più, le parole della poesia qui di seguito propostavi si rivelano essere davvero confortanti, pregne di amore e speranza. Secondo una concezione di natura spirituale, grazie alle parole di questa poesia, tornerai a parlare a quella persona, ti sembrerà come se la perosona venuta a mancare fosse ancora al tuo fianco, vicina a te per davvero.

Sono parole cariche di amore e piene di speranza, quelle di questa poesia propostavi di seguito, volte a non rompere quel flusso di affetti leganti i vivi e i defunti. In questa poesia è proprio colui che non c’è più a rivolgersi ai suoi cari ancora su questo mondo.

Della poesia in questione, dalle parole così belle, che arrivano al cuore, non si conosce l’autore. Alcune fonti l’attribuiscono a Sant’Agostino (354-430), altre all’anglicano Henry Scott Holland, anche se l’unica cosa certa che sappiamo in merito a quest’ultimo e alla relazione con questa poesia, è che l’ha pronunciata in occasione di un sermone del 1910, dopo il decesso di re Edoardo VII.

Chiunque l’abbia scritta, costuisce certamente un testo degno di nota, ed ecco allora che ve la proponiamo di seguito.

La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;
parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,
di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.
Prega, sorridi, pensami!
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:
pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.
Rassicurati, va tutto bene.
Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

CONDIVIDI ANCHE TU QUESTO ARTICOLO, TAGGA I TUOI AMICI E NON DIMENTICARE DI CLICCARE “MI PIACE” IN QUESTA PAGINA!

Loading...